Vai al contenuto

Trama: Chi è la ragazza che Patrick trova nel parco, di cui nessuno ha denunciato la scomparsa e che sembra essere spuntata dal nulla? Dice di chiamarsi Yellow Buttercup e di essere una fata, di trovarsi lì per salvare il parco su cui Arnie, l'amico che Patrick rappresenta tramite lo studio legale di famiglia, sta per edificare un grosso centro commerciale, distruggendo tutto ciò che c'è all'interno, compreso il bosco in cui Buttercup afferma che vivano le fate. Patrick pensa che la ragazza sia pazza e continua a ripeterle che le fate non esistono, ma suo malgrado lei irrompe nella sua vita, travolta dagli imprevisti e i malintesi, le difficoltà e gli intrighi, fino alle battaglie della sorella Rose, ambientalista convinta.
CommentoAvevamo già ospitato Valentina sul nostro blog con la recensione del suo romanzo Dopo cinquecento anni e con questo Ranuncolo Giallo, più vicino al racconto che al romanzo in termine di pagine, l'autrice conferma di possedere del mestiere. La scrittura infatti è precisa, snella e scorrevole e anche i dialoghi sono ben scritti. I personaggi, nonostante la brevità della storia, sono ben tratteggiati e dalle personalità definite.
La storia è semplice, dal gusto fiabesco, e l'ambientazione inglesizzante dà al lettore l'impressione di entrare in una commedia hollywoodiana di quelle in programmazione durante il periodo natalizio. Ecologia, magia, il tema dell'innocenza infantile perduta come la capacità di vedere le fate, sono argomenti cari a quel tipo di cinema.
Però non c'è nulla di stucchevole nel racconto della Capaldi anche se i contenuti potrebbero farlo temere. La storia è frizzante, i personaggi si fanno voler bene e il libro scorre senza rallentamenti verso un finale non scontato.
Autore: Valentina Capaldi
Titolo: Ranuncolo giallo
Casa editrice: Alcheringa
Prezzo: 10,50

 

Share